2014: L'ANNO DEI GOOGLE GLASS!Il 2014 sarà l'anno-uno della tecnologia indossabile. Nel 2013 gli occhiali a realtà aumentata della Google Inc. sono stati affidati agli sviluppatori negli Stati Uniti - e per l'anno che sta per iniziare si attende la versione per i consumatori.

Il computer che verrà inserito nella montatura degli occhiali e che proietterà sulla retina del nostro occhio destro quasi tutto quello che vogliamo, prodotto dalla ditta di Montain View, conta già molto clamore - prima ancora di essere messo in commercio.

Scopriamo quali saranno le funzioni di questo rivoluzionario dispositivo attraverso quelle che saranno le sue applicazioni più importanti - oltre all'invio e la ricezione di messaggi e chiamate.

 

L'applicazione che dovrebbe sbaragliare il mercato, cambiando radicalmente l'approccio dell'essere umano alla tecnologia, è quella che riguarderà foto e video.

Grazie ai Google Glass, infatti, non servirà più usare lo smartphone per scattare, inviare e convidere i materiali: basterà dire ai nostri occhiali, magari con una strizzatina d'occhio, di farlo. Non servirà più, quindi, direzionare il nostro dispositivo verso ciò che vogliamo far vedere ad altri - perché tutto verrà mostrato in soggettiva secondo quello che noi stiamo vedendo.

Attraverso alcune applicazioni già sviluppate ed in via di perfezionamento - potremo anche offrire la nostra soggettiva in diretta - con effetti stupefacenti: un medico potrebbe chiedere consulti in tempo reale ai colleghi, durante un'operazione chirurgica; un arbitro di calcio potrebbe avere sicurezze sui gol-fantasma grazie alla trasmissione di video dalle telecamere sulle porte; un appassionato di musica potrebbe far seguire agli amici dei pezzi del concerto al quale si trova; un turista potrebbe far vedere dove si trova; una fashion-victim potrebbe mostrare le sue compere e ricevere consigli.

Insomma: i modi per utilizzare queste funzioni sarebbero innumerevoli - e mille ancora potremmo elencarne. Tutto quello che basterà fare - sarà orientare lo sguardo verso il minuscolo proiettore dei nostri occhiali.

La qualità della visione dai Google Glass, sia in entrata sia in uscita, dovrebbe essere quella di uno schermo 25 pollici ad una distanza di due metri. Più che accettabile - quindi.

Altre killer-applications degli occhiali di Google saranno certamente quelle riferite alle funzioni di internet e di mappe. Le due navigazioni, quella virtuale e quella reale, saranno ulteriormente facilitate.

La ricerca in Rete sarà facilissima - ancor più di diretta accessibilità che con i nostri smartphone. I Google Glass, infatti, saranno dotati di un microfono, incorporato nella montatura, attraverso il quale potremmo rivolgere domande alle quali i nostri occhiali risponderanno proiettandoci risposte basate sulle informazioni catalogate da Google - come in una normalissima ricerca sui nostri browser.

Stessa accessibilità, infine, per le indicazioni stradali: basterà chiedere al dispositivo la mappa per raggiungere il luogo dove siamo diretti - ed i Google Glass ci segnalerà il percorso più appropriato. Tutto questo, ovviamente, senza sovrapporre il virtuale al reale - bensì arricchendo di informazioni testuali ed iconiche il monitor che avremo vicino al nostro sopracciglio, a cui potremo rivolgere lo sguardo.

Questo aspetto permetterà un numero considerevole di nuove potenzialità - che si potranno mettere in atto facendo quasi scomparire il mezzo che sfrutteremo: davanti ad un monumento, per esempio, proprio nel momento in cui lo stiamo guardando, potremo ricevere dettagli e particolari per saperne di più.

Controindicazioni? Prezzi? Concorrenti? Date d'uscita? Ne parleremo presto nei prossimi articoli.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.