Il software Screen Reader per i non vedenti.
Il software Screen Reader per i non vedenti. 

C'è una tecnologia nella quale Apple ha raggiunto ottimi risultati ed è quella che può consentire di chattare anche a chi non è in grado di vedere direttamente lo schermo del proprio cellulare. Come è possibile? Lo sarà per tutti? Soprattutto per le app, che sono ancora un passo indietro? Le app accessibili sono e devono essere la nuova frontiera di una tecnologia senza barriere. L'informatica deve fare sempre di più per inserire fra i propri protagonisti anche e soprattutto le persone con handicap di carattere visivo. Apple ha approfondito Screen Reader, il software che illustra in voce un testo scritto sul display di un computer, di un tablet, di un cellulare.

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Siete ancora e solo a Whatsapp? Aggiornatevi, perchè si sta imponendo e si imporrà Telegram, la app dei fratelli Durov, Pavel e Nikolai, ma soprattutto Pavel, il già ribattezzato Mark Zuckerberg russo.

Telegram però non può continuare ad escludere le terze parti, visto che le persone non vedenti hanno diritto di accedere alle app di messaggistica istantanea, e quindi di chattare, esattamente come le altre.

Non sappiamo se Telegram riuscirà, come è nei suoi propositi, ad eclissare Whatsapp, ma il problema esiste e ai fratelli Durov stanno già arrivando appelli in tal senso.

Proprio il progetto NVApple ha lanciato una petizione, su change.org, che ha già ricevuto il consenso e l'appoggio convinto di oltre duemila persone.

In Iran, ad esempio, Paese con più di 77 milioni di abitanti, Whatsapp è vietato per cui tutti usano Telegram e proprio per questo la fetta non vedente della popolazione ne è totalmente esclusa.

Le app e i social di Zuckerberg, invece, da Whatsapp a Facebook, includono e possono essere utilizzate e sfruttare anche da non vedenti e ipovedenti.

Telegram sa tutto, è pienamente al corrente di queste istanze, ma non risponde e per il momento tiene la testa sotto la sabbia.

Il principio è chiaro: per essere pienamente accessibili per tutti, le app devono essere consultabili anche dai non vedenti.

Apple oggi è un passo avanti nella linea dei progetti per tutti ed è per questo che i suoi addetti sono stati i primi a porsi il problema di Telegram, chi lavora sui sistemi Android e Linux non ha ancora gli stessi protocolli.

Dal momento che a partire dal 30 Giugno 2017, su una serie di telefoni e cellulari particolarmente obsoleti, Whatsapp smetterà di funzionare, ecco che una fetta del popolo dei messaggi,  quella appunto non vedente, potrebbe risentirne ulteriormente.

E Telegram? Con i suoi 5 milioni di iscritti non è ancora una minaccia per Whatsapp che ne vanta 450 milioni, ma rimanere indietro sul tema dell'accessibilità può influire sulla gittata del progetto.

Proprio perchè, come annunciano i fratelli Durov, questa nuova app di messaggistica non cerca nè pubblicità e nemmeno profitti ma soprattutto i servizi per le persone, non deve lasciare fianchi scoperti agli attacchi e alle polemiche.

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: App progettate per non vedenti, ilfattoquotidiano.it, 22 Giugno 2017.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).