Diritti d'autore e battaglia fra Soundreef e Siae
Diritti d'autore e battaglia fra Soundreef e Siae. 

Il primo a crederci è stato il primo a celebrare il trionfo. Fedez, in conferenza stampa a Roma, durante la quale Soundreef, società per la raccolta dei diritti d'autore ha annunciato una collaborazione con l'associazione no profit LEA, in modo da rientrare nel perimetro delineato dall'art.19 del decreto fiscale (148/2017) collegato alla Legge di Stabilità 2018, ha dichiarato: "Ho creduto fin dall'inizio nel progetto dei ragazzi di Soundreef. Ero consapevole delle difficoltà cui saremmo andati incontro ma sapevo che si doveva rompere un monopolio e un sistema che agevolava pochi soggetti e i soliti. Oggi sono contento di poter rivendicare di essere stato in prima linea con Soundreef in questa battaglia vinta tra Davide e Golia".

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Che sia stata decisiva l'alleanza con YouTube annunciata ufficialmente pochi giorni fa?

Il fatto è che Soundreef adesso può davvero esultare: è stato abbattuto, dal suo punto di vista, il monopolio Siae.

E' davvero un po' come dice Fedez? Davvero Davide ha vinto sul gigante Golia?

Davide D'Atri, fondatore e ad di Soundreef, lo ha decretato oggi in conferenza stampa insieme al cantautore rap Fedez, tra i primi grandi nomi che hanno aderito alla società di "collecting" nata nel 2011 e che si è fatta portabandiera della liberalizzazione.

Nei giorni scorsi è stata ufficializzata l'iscrizione a Soundreef di artisti del calibro di Enrico Ruggeri, J-Ax e 99 Posse, mentre in precedenza avevano aderito Fedez appunto, Gigi D'Alessio, Fabio Rovazzi, Nesli, Maurizio Fabrizio, il maestro Adriano Pennino e oltre 11.000 autori italiani.

D'Atri ha dichiarato: "Da oggi anche società private come Soundreef possono operare in piena legalità e, si spera, a pari condizioni sul mercato italiano. Lavoreremo in Italia insieme all'associazione LEA (Liberi Editori Autori). Non abbiamo mai smesso di combattere per far valere i nostri diritti e dare una nuova prospettiva al mercato della musica e alla fine le nostre fatiche sono state premiate".

Soundreef si è proposta come un’importante alternativa al monopolio Siae offrendo diversi vantaggi e opportunità agli artisti, soprattutto se emergenti, che gli affidano la tutela dei loro diritti d’autore.

Soundreef Ltd è una società costituita nel Regno Unito nel 2011, interamente controllata dalla società Soundreef S.p.A.: autorizza le imprese ad utilizzare e diffondere musica in esercizi commerciali ed eventi live e raccoglie e distribuisce compensi per conto di autori, editori, etichette discografiche e artisti.

Soundreef è un Ente di Gestione Indipendente che amministra e raccoglie compensi su oltre 150.000 brani utilizzati da un network sempre crescente di decine di migliaia di utenti business in Italia e nel mondo.

La polemica con la mitica e celeberrima Siae è stata dura e aspra.

Proprio per questo Soundreef ha fatto un appello proprio ai dirigenti Siae: è il momento di moderare i toni e confrontarci; nel rispetto delle differenti posizioni, è dovere dei soggetti presenti sul mercato aiutare le istituzioni a trovare soluzioni mirate alla tutela di autori, editori e utilizzatori.

A inizio anno Soundreef ha stretto due importanti accordi per la raccolta e gestione dei diritti d'autore on line con Suisa, la storica società nazionale svizzera di gestione collettiva di diritti d'autore, e con YouTube, uno dei più importanti digital service provider al mondo. 

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???» ... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

 

FONTI:

Per il contenuto: Soundreef abbatte il monopolio Siae, quotidiano.net, 16 gennaio 2018.

Per l'immagine: www.we-news.com

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.

Articolo scritto da:

Mauro Suma, il Direttore Responsabile (leggi la sua biografia).