Google, De Benedetti e l'antitrustIeri sera, alle 21.22, è stata pubblicata dall'ANSA la dichiarazione dell'ingegner Carlo De Benedetti su Google ed i suoi proprietari per il quale dice di"provare grande ammirazione ed invidia" e che allo stesso tempo accusa di "vivere da parassiti".

Perchè? Cito testualmente dalla notizia ANSA: "Google raccoglie 400 milioni di pubblicità.... , fino a concludere ricordando che in Italia è stata aperta una procedura antitrust contro la società di Mountain View.

 

Non c'è dubbio che Google sia lo strumento di gran lunga più utilizzato per esplorare il web e che quindi abbia una posizione dominante tra i motori di ricerca ed è anche evidente che detiene il monopolio della pubblicità cosiddetta pay per click; però il fatto che esista questa "posizione di monopolio" non è, tuttavia, sufficiente a determinare una violazione delle leggi antitrust.

Perchè si configuri un reato sulla concorrenza, Google (come soggetto dominante) dovrebbe abusare della sua posizione, bloccando l'accesso ad altri concorrenti e di conseguenza l'innovazione nel settore: comportamento, questo, tutto da dimostrare!

 

Mentre è innegabile che, Google, merita il suo primato perchè a Mountain View non "dormono sugli allori": cercano di essere sempre all'avanguardia, integrando con buon ritmo, nuovi strumenti, sopratutto Free (ed in questo, forse le altre aziende non sono in grado di competere!) per rendere la ricerca sempre più semplice ed efficace al quale affiancano, poi, gli annunci pubblicitari.

Nel suo agire a 360° risiede, forse, la sua debolezza intrinseca: in un mondo in cui le informazioni contano sempre di più, affidarle tutte ad unica società può turbare i sonni di alcuni.

Virginia Simbula...published by Manager_Alessandro Bechis

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.