Come scegliere una TV (o Televisore)?Come scegliere una TV?
Meglio una TV Led, LCD o Plasma?
Quale è la migliore TV qualità/prezzo?
Come scegliere la dimensione giusta per una TV e a che distanza guardarla?
Queste sono le domande più frequenti che vengono ricercate sui motori di ricerca perchè la scelta di una TV è molto importante per un'esperienza visiva unica e indimenticabile.
Bisogna tenere conto di diversi fattori che potrebbero spingervi ad acquistare un modello piuttosto che un altro.
Oltre al prezzo, si devono tener conto delle caratteristiche tecniche dello stesso.
Nella guida di oggi vi andrò a parlare di tutte quelle caratteristiche che vi aiuteranno nella scelta di un televisore perfetto per le vostre esigenze. 

Copyright © All Rights Reserved - We-News.com

Per prima cosa, bisogna scegliere la grandezza del vostro televisore.

Come sapete, le dimensioni di un televisore si misurano in pollici, che indicano la misura della diagonale dello schermo.

Analizzate lo spazio in cui andrete a mettere il televisore e poi scegliete quello più adatto.

Potete seguire la guida su come scegliere una tv in base alla distanza dallo schermo, cosi da rendervi il processo molto più semplice. 

Se possedete un'ampio salone, potete optare per dimensioni superiori ai 40", altrimenti dovrete scendere con le misure.

La seconda caratteristica da tenere in considerazione è la risoluzione

Uno schermo grande con una risoluzione bassa offrirà un'immagine molto distorta e sgranata, poichè sarà ingrandita dallo schermo stesso.

Per cui, scegliete un televisore grande soltanto se la risoluzione è superiore o uguale al FullHD.

Maggiore qualità indica anche maggior fluidità a schermo.

Ovviamente dovrete cercare anche di tener d'occhio il prezzo, trovando il giusto compromesso.

Un buon televisore in FullHD o 4K non deve costare sopra i 1000€, oltre i quali la spesa non giustifica il risultato finale.

Cercate di acquistare un prodotto che abbia anche quelle piccole funzionalità che possano più o meno esservi utili, come il supporto all'HDMI o all'USB.

Possono sembrare sottigliezze, ma vi permettono di rendere comode alcune azioni che richiederebbero strumenti di terze parti per essere portate a termine.

Proseguendo con l'analisi, non si può non citare una delle componenti chiave di una TV, ovvero il contrasto.

Un maggior contrasto implica una netta distinzione dei colori, da i più caldi ai più freddi.

Ogni tonalità si deve distinguere dalle altre, creando una perfetta armonia visiva che non affatichi lo sguardo dello spettatore.

Anche per questo è molto importante scegliere la risoluzione giusta del televisore.

Alta risoluzione accompagnata da un basso contrasto metterà in evidenza ogni piccola imperfezione dei colori, sgranature e rumori.

Anche se molte delle impostazioni suddette, come contrasto e nitidezza, possono essere modificate dal menù stesso del televisore, è buona norma scegliere un televisore di buona qualità, cosi da non dover poi smanettare troppo con le impostazioni, rischiando di compromettere la qualità finale.

Infine, un ultimo consiglio che posso darvi riguarda il tipo di schermo che viene utilizzato dal televisore. 

Il migliore è senz'altro l'LCD, che garantisce qualità ed efficienza.

Diffidate dai plasma, che sono molto costosi e non garantiscono un risultato soddisfacente. 

«Quanto ti è piaciuto questo articolo???»
... Aiutaci:

1) Condividendolo sui Social Network;

2) e Registrandoti per Commentarlo QUI sotto.

Grazie di cuore!

N.B. L'autore di questo articolo manleva da ogni qualsivoglia responsabilità questo sito e chi vi ci lavora per qualunque danno arrecato. Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità.